Legge 93-2001 - Disposizioni in campo ambientale

Azioni sul documento

Il sistema dei controlli delle Agenzie nei progetti dellaL.93/01

 

Coerentemente con le finalità stabilite dall’art. 2 della Legge 93/01, intitolata "Disposizioni in campo ambientale", e dal successivo DM attuativo (Decreto del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio dell'11/10/02), il Sistema delle Agenzie Ambientali sta sviluppando una serie di progetti mirati al rafforzamento della rete dei laboratori delle Agenzie.

Le linee progettuali prioritarie, individuate a valle di un esame delle potenzialità dei laboratori e delle esigenze analitiche richieste dalla normativa in campo ambientale, sono le seguenti:

  • rafforzamento dei laboratori afferenti alle Agenzie per la Protezione dell'Ambiente delle Regioni del sud Italia;
  • costituzione dei primi nodi della rete nazionale di laboratori di riferimento;
  • predisposizione di un sistema di qualità condiviso all’interno dei laboratori delle Agenzie Ambientali;
  • predisposizione di un sistema informativo per il monitoraggio delle attività di produzione dei dati analitici ambientali.

I progetti della Legge 93/01 gestiti dalle ARPA/APPA, sviluppati nell’ambito del rafforzamento dei laboratori, hanno come obiettivo l’adeguamento della strumentazione e delle professionalità esistenti al fine di assicurare una risposta omogenea a livello nazionale alle richieste della normativa nel campo del monitoraggio/controllo delle diverse matrici ambientali (aria, acqua, suolo, rifiuti) e degli agenti fisici.
I progetti sono finalizzati alla definizione ed adozione da parte delle strutture di laboratorio di criteri e di metodi analitici armonizzati a livello nazionale, in modo da superare le eterogeneità esistenti nell’affrontare le attività di monitoraggio/controllo ambientale da parte del sistema delle Agenzie.
Il rafforzamento dei laboratori e la costituzione di una rete di laboratori di riferimento non possono prescindere da un Sistema della Qualità condiviso dal del Sistema delle agenzie ambientali e da un sistema informativo mirato alla gestione complessiva delle capacità operative della rete di laboratori del sistema medesimo.
Queste linee di programma sono trasversali a tutti i progetti ed i criteri da questi elaborati devono seguire un processo di condivisione all'interno di tutto il sistema.

I progetti della L. 93/01 a gestione diretta dell’APAT, finanziati secondo le modalità fissate dal D.M. dell'11/10/2002, sono articolati su tre linee progettuali, in particolare:

  • Sviluppo e sperimentazione degli strumenti organizzativi e di gestione delle attività di controllo relative alle principali matrici ambientali (acqua, aria, suolo, rifiuti, agenti fisici, conservazione della natura);
  • Realizzazione del sistema a rete per il monitoraggio delle componenti ambientali, che comprende l’adeguamento delle metodiche e l’implementazione dei sistemi di qualità;
  • Avvio di una rete di laboratori di riferimento nell’ambito del sistema delle Agenzie.

Per ulteriori informazioni:
Progetti_Lg9301@isprambiente.it