Topical peer review 2017 sulla gestione dell’invecchiamento delle installazioni nucleari ai sensi della direttiva 2014/87/Euratom sulla sicurezza nucleare

Azioni sul documento

La direttiva 2014/87/EURATOM introduce un processo di revisione tra pari (Peer Review) a livello europeo su tematiche di sicurezza nucleare, che si è avviato nel 2017 e verrà ripetuto ogni sei anni. L’ENSREG (European Nuclear Safety Regulators Group), alle cui attività il Centro Nazionale per la Sicurezza Nucleare e la Radioprotezione partecipa, ha identificato quale prima tematica oggetto di revisione la gestione dell’invecchiamento degli impianti nucleari. Gli Stati membri hanno predisposto dei rapporti nazionali da sottoporre al suddetto processo di “Peer Review” che si tiene nel periodo gennaio – maggio 2018. Tale processo prevede una fase di coinvolgimento e di consultazione dei soggetti portatori di interesse, che si avvia l’8 gennaio e si concluderà il 28 febbraio p.v.

Ulteriori informazioni sono riportate nel sito dell’ENSREG, nel quale sono anche pubblicati i rapporti nazionali.

Per l’Italia il processo di revisione riguarda esclusivamente i reattori di ricerca in esercizio, essendo, come è noto,  tutti gli impianti nucleari italiani in fase di “decommissioning”. In particolare sono da considerare i reattori con potenza maggiore o uguale ad 1MWth.

Il relativo rapporto nazionale, qui pubblicato, è stato trasmesso alla Commissione Europea.

Esso riguarda in particolare il reattore TRIGA RC-1 (1MWth), gestito dall'ENEA (Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l'Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile), con sede nel Centro Ricerche Casaccia a Roma, e il TRIGA MARK II (0,250 MWth), gestito dal Laboratorio di Energia Nucleare Applicata (LENA), dell’Università di Pavia. Il reattore TRIGA MARK II è stato selezionato su base volontaria, essendo la sua potenza al di sotto del succitato livello di riferimento di 1 MWth. Il rapporto fornisce altresì informazioni sul quadro di regolamentazione dei suddetti reattori.

Il rapporto, ai sensi del D.Lgs. n. 137/2017 di recepimento della succitata direttiva 2014/87/EURATOM, è stato predisposto dal Centro Nazionale per la Sicurezza Nucleare e la Radioprotezione dell’Istituto sulla base di specifici rapporti di autovalutazioni redatti dagli esercenti su richiesta del Centro stesso.

Rapporto