Ispezione dell’ISIN presso le installazioni della LivaNova di Saluggia (VC)

Azioni sul documento

L’ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e la radioprotezione (ISIN) ha effettuato nei giorni 7 e 8 agosto u.s. un’ispezione presso le installazioni della LivaNova Site Management srl di Saluggia (Vercelli) in relazione alle notizie di stampa riguardanti una presunta attività di interramento di rifiuti radioattivi, avvenuta nel 2007 durante le fasi di realizzazione del nuovo deposito.

Sono stati presenti all’ispezione anche funzionari dell’ARPA Piemonte.

E’ stato effettuato il sopralluogo nell’area di interesse che allo stato risulta occupata dall’edificio del nuovo deposito di rifiuti radioattivi e presenta zone ricoperte da cemento ed asfalto.

La LivaNova Site Management srl ha informato che sono state di recente svolte indagini geofisiche per rilevare la presenza di eventuali materiali anomali al di sotto dell’area di interesse, e che è in attesa dei relativi risultati.

L’ISIN ha richiesto la trasmissione dei risultati delle indagini, la descrizione delle metodologie adottate, la ripetizione delle indagini stesse ed il loro ampliamento ad altre zone di interesse.

I rilievi radiometrici effettuati da parte dell’ARPA Piemonte nell’area di interesse ed in quelle  immediatamente circostanti hanno fornito valori di irraggiamento compatibili con la natura delle installazioni presenti.

I dati dei rilievi radiometrici effettuati sull’acqua di falda prelevata dai pozzetti di controllo in prossimità del sito non evidenziano anomalie di rilevanza radiologica, in linea con i monitoraggi indipendenti da anni svolti dall’ARPA Piemonte e dagli esercenti.

L’ISIN, in collaborazione con l’ARPA Piemonte, prosegue nella sua attività di controllo sulla problematica.